Analisi del giornoArchivio news

Dax: giù a 12.600 con target 13.000

Pubblicato il

Gli indici azionari sui massimi storici fanno spesso gridare alla bolla speculativa ma, è bene ricordarlo, il mercato può rimanere irrazionale più a lungo della massima perdita del nostro portafoglio. Si naviga a vista, a grafico, ipotizzando degli scenari, nessuno è in grado di sapere con certezza cosa farà il mercato. L’indice tedesco Dax ci fornisce, sul time frame orario, le seguenti regolarità:

  1. Alternanza di cicli di Macd rialzisti e ribassisti, con l’ultimo rialzista in chiusura ciclo forse
  2. Cicli di volatilità abbastanza regolari da metà marzo con top generato da tra 3 massimi vicini (picchi volatilità)
  3. Chiusura di volatilità e prezzi dentro ad un cuneo, la cui rottura probabilmente determinerà l’accelerazione del trend
  4. Divergenza tra massimi dei prezzi e massimi del Macd
  5. Prezzi sopra media mobile a 200 periodi, elemento “calamita” dei prezzi

dax

Scenario: possibile rottura del cuneo al ribasso con prezzi in discesa verso media mobile a 200 periodi in zona 12.600 punti (linea rossa); successiva tenuta del livello e ripartenza dell’impulso verso breakout massimi storici con target nuovi massimi a 13.000 punti (linea verde). Operatività: attendere rottura cuneo e conferma del trend per entrare sul mercato (se cuneo dovesse rompere al rialzo potrebbe accelerare subito verso quota 13.000 punti, vedi linea gialla)

Guido Gennaccari

info@tradingroomroma.it