Analisi del giornoArchivio news

Hedge Funds e Computers: come investire in AI

Pubblicato il

La finanza sta attraversando un veloce periodo di innovazione in ambito tecnologico (Fintech) che potrebbe riproporre il dualismo uomo-macchina con l’aggiunta della variabile intelligenza artificiale che oggi è in grado di attivare processi di autoapprendimento che eliminerebbero la necessità dell’intervento dell’ingegno umano (vedi HFT e Tesla). Algoritmi finanziari automatizzati, macchine che si guideranno da sole, valute elettroniche indipendenti dalle Banche Centrali e dall’economia reale, medici totalmente bionici, robo advisor come consulenti finanziari…che fine farà l’uomo? E’ bene pensare, oltre al rischio di estinzione del lavoro umano, a come valutare e sfruttare l’opportunità. Due possibilità

  1. Saper gestire e sfruttare la tecnologia ad esempio con una start-up oppure programmando un software o una applicazione
  2. Comprare qualcosa che investire in AI

indice-ai-defintivo

Sul punto due è possibile intervenire anche in veste di piccoli investitori o trader. E’ possibile agire a livello macro scegliendo gli indici tecnologici dei Paesi dove si è investito di più a livello di IT nel 2015: Corea del Sud (4,04% Pil), Israele (3,93%), Svezia (3,41%), Giappone (3,39%), Germania (2,92%), Austria (2,84%), USA (2,76%). Tali paesi hanno registrato performance azionarie, negli ultimi 5 anni, dal 100% al 6% e diversificando si eliminerebbe, o per lo meno attenuerebbe, il problema del cambio.

etf-ai

Altra via è l’acquisto di 10 Etf settoriali quotati che investono in AI: diversificare e monitorare i prezzi riportati per vedere le potenzialità nel tempo dell’investimento.  Evitare le offerte sulle crytpomonete del tipo “affitta un server e avrai una rendita automatica”, è un campo minato dalle truffe e dall’ illegalità ma che potrebbe essere invece materia seria e dalle alte potenzialità di sviluppo se affrontato seriamente e soprattutto professionalmente. E’ bene aggiornarsi quando scoppierà la bolla monetaria: reggerà l’AI?   

Guido Gennaccari

info@tradingroomroma.it